WORKSHOP DI METODO FELDENKRAIS

WORKSHOP DI METODO FELDENKRAIS

WORKSHOP DI METODO FELDENKRAIS
RESPIRARE E CAMMINARE
diretto da Silvia Nannetti

Quandosabato 13 e domenica 14 ottobre 2019, dalle 10.00 alle 13.00
Numero min – max partecipanti : 6-15
Quote di partecipazione
: 30 € a giornata per i soci / 25 € a giornata per i NON soci (+10 € tessera associativa e assicurativa valide fino a settembre 2019) 

“Nulla dei nostri schemi di comportamento è immutabile se non il credere che lo siano.” – Moshe Feldenkrais

Il metodo Feldenkrais prende il nome dal suo ideatore Moshe Feldenkrais (1904-1984) ingegnere bielorusso/israeliano  e prima cintura nera di judo in Europa.
E’ una pratica che riprogramma le nostre azioni di base tramite particolari strategie fatte di originali, lenti e accurati percorsi di movimento che, provocando le nostre abitudini motorie, stimolano la nostra intelligenza e la presenza. La persona arriva allora a riconoscere da sé dove sono gli eccessi di tono muscolare e le parti del corpo dimenticate; quando una tensione muscolare viene “smascherata” e una parte del corpo rivitalizzata, il cervello ne mantiene una memoria perché queste nuove informazioni sono riconosciute come utili.

Respirare e camminare sono azioni che fanno talmente parte del nostro quotidiano da non  renderci ormai più conto di come le eseguiamo. Queste due azioni sono accomunate dall’ ONDA, madre di tutte le coordinazioni, la andremo a riconoscere nella propulsione del piede, nella deambulazione della colonna vertebrale, nel salire e scendere del diaframma, nel camminare delle scapole ecc, alla ricerca di un respiro e un cammino semplice e soddisfacente. Ciascun incontro prevede una pratica sia sul respiro che sul camminare.

L’insegnante: Silvia Nannetti
Diplomata all’Isef di Bologna, Operatrice Shiatsu e Insegnante di Ginnastica Posturale. Insegnante di Metodo Feldenkrais e appassionata ricercatrice delle applicazioni del Metodo in contesti come la voce, la musica, la danza, il tango e la calligrafia. Conduce gruppi di Movimenti e Danze Sacre di Gurdjieff. E’ docente presso il Conservatorio di Bologna di “Fisiopatologia dell’esecuzione vocale e strumentale”.