SPETTACOLO : L’ARMATA DEI SONNAMBULI (FANTASMA) di Wu Ming

SPETTACOLO : L’ARMATA DEI SONNAMBULI (FANTASMA) di Wu Ming

liberamente tratto dall’ultimo romanzo dei WU MING

SABATO 27 SETTEMBRE ALLE 20.00 AL LABORATORIO 41 DI VIA CASTIGLIONE 41 BO
INFO E PRENOTAZIONI: laboratorio41@gmail.com / 0515872750
Ingresso a offerta libera (consigliato 6 euro)

A CURA DELLA COMPAGNIA FANTASMA
con Daniele Bergonzi e Andrea Giovannucci
musiche a cura di Stefano D’Arcangelo e Alessandro Giovannucci
organizzazione: Cristina Buono
www.compagniafantasma.org

L’ultimo romanzo del Collettivo Wu Ming maneggiato, spupazzato e strizzato dalla Compagnia Fantasma. Un sodalizio che continua, uno spettacolo da ascoltare.

«Te lo si conta noi, com’è che andò. Noi che s’era in Piazza Rivoluzione. Qualchedun altro te lo conterebbe – e magari te l’ha già contato – come son buon tutti, cioè a dire col salinzucca di poi, dopo aver occhiato le stampe sui libri, varda, c’è Madama Ghigliottina, c’è il ritratto di Robespierre, volti la pagina e c’è la mappa delle battaglie, e dal capo alla coda si snocciano gli anni cosí, come fossero olive: 1789, 1793…»

1794. Parigi ha solo notti senza luna. Marat, Robespierre e Saint- Just sono morti, ma c’è chi giura di averli visti all’ospedale di Bicêtre. Un uomo in maschera si aggira sui tetti: è l’Ammazzaincredibili, eroe dei quartieri popolari, difensore della plebe rivoluzionaria, ieri temuta e oggi umiliata, schiacciata da un nuovo potere. Dicono che sia un italiano. Orde di uomini bizzarri riempiono le strade, scritte enigmatiche compaiono sui muri e una forza invisibile condiziona i destini, in città e nei remoti boschi dell’Alvernia. Qualcuno la chiama «fluido», qualcun altro Volontà. Guarda, figliolo: un giorno tutta questa controrivoluzione sarà tua. Ma è meglio cominciare dall’inizio. Anzi: dal giorno in cui Luigi Capeto incontrò Madama Ghigliottina.